Il ritratto dell'Alchimista

Non ho vissuto una vita estremamente avventurosa, ma ho saputo tramutare la mia passione nella mia professione. Mettere il massimo impegno in ogni mio progetto mi aiuta a realizzarmi, giorno dopo giorno.

Mi presento

Mi chiamo Cristian e sin da piccolo ho sempre avuto una passione incondizionata per la tecnologia. Ho sempre amato ogni dispositivo che possedesse un minimo di funzionalità automatiche. Da quel che ricordo smontavo ogni cosa, cercando di comprenderne completamente il funzionamento, ovviamente non sempre tutto tornava com’era… per la gioia di mio papà.

Per qualche strano motivo ho sempre amato i problemi, mi affascinava in maniera incredibile il fatto di dover trovare una soluzione nel modo più rapido e semplice possibile.

Formazione

Mi sono diplomatico come perito informatico e poi ho deciso di iscrivermi all’Università “La Sapienza” di Roma in Ingegneria Informatica e, dopo aver frequentato le lezioni per un paio di anni, mi sono trasferito all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

Passioni e tempo libero

Sin da piccolo ho sempre amato disegnare, ascoltare musica e scrivere qualche storia fantasiosa. Ho sempre amato leggere libri, soprattutto il genere fantasy, a partire da Tolkien, sino a al più recente Sapkowski, di cui ammetto di averne appreso l’esistenza dalla mia altra grande passione: i videogiochi.

Nelle ore serali ovviamente non disdegno la puntata di qualche buona serie TV o un bel film (soprattutto quelli degli anni 80).

Per finire, ogni tanto, quando ho qualche ora libera, mi siedo sul letto e strimpello qualche nota con la mia vecchia chitarra classica (la stessa con cui ho preso lezioni per circa 2 anni, molto tempo fa).

Ho fatto parte della Croce Rossa Italiana come soccorritore, dal 2010 sino al 2018, poi a causa dello scarso tempo a mia disposizione ho dovuto smettere. Negli anni ho avuto anche il piacere di essere il responsabile del gruppo giovani del comitato di Velletri, organizzando e coordinandone le attività sul territorio finché ho potuto.

Esperienze lavorative

Già dal primo anno di università, ho sentito l’impellente bisogno di mettere in pratica quello che stavo apprendendo e sperimentando. Così ho iniziato la mia carriera lavorativa, continuando a programmare utilizzando dapprima i linguaggi studiati nelle scuole superiori e successivamente quelli riguardanti il WEB.

Capitolo 1 - Teamwork (2008 - 2009)

Inizialmente, per pagarmi gli studi universitari, ho avuto una breve (ma intensa) esperienza presso il McDonald’s di Latina come Crewman. In quell’occasione ho imparato come si lavora in team e come interagire efficacemente con chi lavorava al mio fianco in modo rapido e preciso. Oltretutto, ho avuto per la prima volta a che fare con una tipologia di marketing veramente innovativa per la mia giovane mente di allora. Ho imparato a comprendere l’importanza del “prodotto”, valutandone adeguatamente la qualità sin nella fase di produzione.

Capitolo 2 - Comunicazione (2010 - 2015)

All’età di 20 anni ero incuriosito da quello che significava lavorare nel campo dell’editoria. Così sono giunto alla Medium Srl, un’azienda di Aprilia (in provincia di Latina) che pubblica “il Caffè” un giornale settimanale completamente gratuito. La mia mansione iniziale era quella di rendere facilmente leggibile il giornale anche in formato digitale direttamente sul web (vai al link). Con l’evolversi delle tecnologie, il web è divenuto un qualcosa di sempre più importante, e così ho collaborato alla costruzione del sito ilcaffe.tv (http://ilcaffe.tv) per la pubblicazione quotidiana delle notizie. Qui ho sviluppato diversi algoritmi interessanti, uno per la visualizzazione programmata delle pubblicità e uno per la ricerca all’interno del loro archivio storico.
Grazie alla Medium e alla loro collaborazione con l’azienda Gruppo SDA, ho avuto modo di realizzare il portale che avrebbe accolto tutti i possessori della Card della catena Acqua&Sapone. Per la prima volta, mi trovavo a gestire un database di oltre 300.000 iscritti, tra Lazio, Sardegna, Liguria e Piemonte (http://asclub.it).

Capitolo 3 - Formazione (2016 - 2017)

Dopo la mia avventura editoriale sono tornato a dedicarmi quasi a tempo pieno ai libri, ho iniziato a studiare in maniera molto più approfondita e dettagliata gli algoritmi più utili e funzionali nel mondo dell’informatica. Qui mi sono soffermato sull’ottimizzazione del codice e sulla best practice. Sono questi gli anni in cui ho iniziato a dare vita alla maggior parte degli strumenti che poi ho riproposto poi ai miei clienti migliorandoli nel tempo.

Capitolo 4 - Investimento (2018 - 2020)

Dopo aver intrapreso con successo delle collaborazioni con alcune aziende locali di informatica, ho deciso di iniziare la mia vita imprenditoriale. Ho sempre avuto una visione molto personale del lavoro, sviluppando principalmente la creatività e l’innovazione. Ottenere il giusto impatto creativo non solo è stimolante, ma aiuta anche ad analizzare le problematiche da un punto di vista differente.

Capitolo 5 - Realizzazione (2021+)

Dopo aver consolidato le mie conoscenze, ho iniziato a collaborare stabilmente con partner che lavorano a stretto contatto con clienti internazionali quali National Geographic, BMW, Ford, Eagle Pictures, Fox life, Mini, Toyota.

Competenze tecniche

Per quanto riguarda le mie competenze, rimango ovviamente molto legato al linguaggio C, con cui è nata la mia formazione iniziale che si è poi evoluta in un successivo C++.

Con l’evolversi del web, ho iniziato a padroneggiare, circa 10 anni fa, l’HTML e il CSS, che poi negli anni successivi si sono ben integrati con il PHP e ovviamente con MySql. Inizialmente ho iniziato sviluppando i miei progetti in modo procedurale per poi evolvere il tutto nella più recente programmazione ad oggetti.

Da quando ho cominciato a sviluppare interfacce per i miei clienti, ho appreso il jQuery, e la sua perfetta integrazione con Ajax.

Man mano che il numero di progetti che mi venivano affidati cresceva, ho iniziato ad utilizzare il framework Bootstrap che alleggerisce notevolmente il carico di lavoro dal punto di vista front-end e mi concede più tempo da dedicare al back-end (che è la parte che preferisco).

Nell’ultimo periodo ho iniziato a studiare il framework Laravel, che sto già utilizzando per uno degli ultimi progetti che mi è stato commissionato. Infine, ho iniziato ad esplorare il mondo del mobile, e ho deciso di utilizzare React e Flutter come aiutanti nei progetti che mi sono prefissato di sviluppare.

Conclusioni

Spero di non averti annoiato con tutte queste parole, in genere tendo ad essere una persona piuttosto “curiosa”, analizzo a fondo ogni problematica prima di trovare la giusta soluzione e amo mettermi in discussione ogni volta che posso.

Ho sempre amato le novità e le innovazioni, sono alla costante ricerca di un ambiente stimolante e di progetti creativi. Ho una mentalità piuttosto aperta e forse proprio per questo amo imparare sempre cose nuove…

Vuoi continuare a seguirmi?

Ho aperto un blog, che aggiorno continuamente, all'interno di questo pubblico post sulle nuove tecnologie e gli sviluppi in corso.